√ Smartika: P2P consumer lending per progetti da finanziare - FinancialInnovation.it
Home » Fintech » News
P2P_lending

Smartika: P2P consumer lending per progetti da finanziare


La società lancia il nuovo servizio che consente ai prestatori di indicare una preferenza nelle categorie di progetti da finanziare.

Smartika, società del gruppo Sella e la prima a operare in Italia nel settore del peer-to-peer lending, lancia una nuova piattaforma per i prestiti online tra privati, la prima ad essere sviluppata totalmente in cloud e basata su tecnologie innovative in modalità open banking.

La piattaforma è anche la prima che consente ai prestatori di indicare la propria preferenza in relazione alla categoria di progetti che si vogliono finanziare, come ad esempio “Ristrutturazione e risparmio energetico”, “Spese per esigenze familiari” oppure “Università e formazione”.

I prestatori, come detto, possono indicare una propria preferenza rispetto ad una specifica categoria di progetti da finanziare: si potrà quindi decidere se aiutare un altro privato nel ristrutturare la propria casa e renderla ecosostenibile o, ancora, aiutare un professionista che ha necessità di un corso di formazione per la propria attività.

Chi decide di investire sulla piattaforma viene guidato nella selezione del mercato più adatto alle proprie esigenze anche in relazione ai tassi di rendimento che si desidera ricevere. Attualmente i prestatori sulla piattaforma di Smartika sono oltre 5.800 e dal 2008 sono stati erogati oltre 5.700 prestiti per un totale di circa 31 milioni di euro.

“Smartika vuole essere sempre più attenta alle esigenze dei propri clienti – afferma Rosy Alaia, Ceo di Smartika – Abbiamo colto questa opportunità di rinnovamento dell’esperienza del cliente utilizzando al meglio quanto ad oggi disponibile a livello di innovazione tecnologia, per consentire flessibilità e un miglioramento continuo dell’utilizzo della piattaforma, necessari per fare la differenza sul mercato. Smartika aiuta quegli investitori alla ricerca di rendimenti alternativi a investire in progetti concreti di altre persone, attraverso una piattaforma solida, affidabile e trasparente.”

Fonte: Sella