√ Iniziative per il regolamento in moneta di banca centrale di attività basate sulla tecnologia DLT - FinancialInnovation.it
Home » Fintech » News
financial_technology

Iniziative per il regolamento in moneta di banca centrale di attività basate sulla tecnologia DLT


Banca d’Italia e la Deutsche Bundesbank si confrontano sul tema

Banca d’Italia e la Deutsche Bundesbank hanno preso parte a un seminario congiunto volto  a  condividere  le  proprie  esperienze  sul  regolamento  in  moneta  di  banca  centrale  di  attività scambiate  su  piattaforme  di  mercato  emergenti  e  innovative,  che  si  basano  sulla  tecnologia “distributed ledger” (DLT) avvalendosi delle funzioni di programmabilità disponibili nei sistemi che sfruttano tale tecnologia.

L’iniziativa mirava a esplorare la possibilità di integrare gli esistenti strumenti di regolamento in moneta di banca centrale con un meccanismo di sincronizzazione che collega l’attività basata sulla DLT  (ad  esempio  un  valore  mobiliare  rappresentato  da  token  digitali)  al  contante da  regolare per mezzo di sistemi di pagamento convenzionali, mantenendo la modalità di regolamento con consegna contro pagamento (delivery-versus-payment), che riduce al minimo il rischio di controparte sia per chi acquista, sia per chi vende.

Tale soluzione, detta “trigger”, potrebbe fungere da soluzione tecnica ponte fra il regolamento basato sulla DLT di attività rappresentate da token e i sistemi di pagamento esistenti, quali TARGET2 o TIPS (il servizio TARGET dell’Eurosistema per il regolamento dei pagamenti istantanei).

Il caso in  esame  è  stato  testato  con  successo  a  marzo 2021  da  Deutsche  Börse,  Deutsche  Bundesbank  e dall’agenzia delle finanze tedesca: è stata svolta una simulazione in cui la parte in titoli è stata regolata tramite  la  DLT  e  il  regolamento  della  parte  in  contante  è  stato  attivato  nel  sistema  di  pagamento dell’Eurosistema TARGET2.

La Banca d’Italia ha recentemente lanciato una simulazione al fine di sperimentare una soluzione “trigger” per il regolamento in TIPS della parte in contante.

Tale meccanismo di sincronizzazione sarebbe vantaggioso per il mercato all’ingrosso e può essere considerata complementare all’euro digitale, che è al momento all’attenzione dell’Eurosistema e che riguarda maggiormente i pagamenti al dettaglio.

Il Governatore Visco ha osservato:  “Come altre tecnologie innovative, la DLT può portare all’introduzione di nuovi prodotti e servizi,  generare  ulteriori  flussi  di  reddito,  ridurre  il  costo  delle  operazioni  e  rendere  le  strutture organizzative  più  efficienti  ed  efficaci.  Tuttavia,  il  suo  possibile  impiego  nell’ambito  delle infrastrutture  di  mercato  dell’Eurosistema  richiederà  tempo,  poiché  sono  necessarie  indagini approfondite  e  analisi  di  rischi  e  costi.  Appare  pertanto  prudente  sperimentare  soluzioni  che rispondano alle necessità del mercato estendendo la portata delle infrastrutture esistenti in modo da interagire con la DLT”.

Il Presidente Weidmann ha concluso: “Se per il regolamento delle attività rappresentate da token gli operatori di mercato desiderano trarre  beneficio  dalle  nuove  tecnologie,  come  la  DLT,  le  banche  centrali  devono  offrire  il  loro sostegno,  consentendo  il  regolamento  in  moneta  di  banca  centrale  sicura  della  corrispondente componente in contanti. La soluzione sperimentata potrebbe essere molto utile per le esigenze del mercato e mantenere la moneta di banca centrale all’interno dei sistemi gestiti dalle banche centrali stesse. Rispetto alla creazione da zero di una valuta digitale di banca centrale, una soluzione “trigger” potrebbe essere operativa in un lasso di tempo molto più breve”.

Fonte: Banca d'Italia