√ Innovazione nella distribuzione assicurativa tra phygital ed ecosistema insurtech - FinancialInnovation.it
Custormer_Experience

Innovazione nella distribuzione assicurativa tra phygital ed ecosistema insurtech


I trend evolutivi analizzati e discussi nel Workshop AIFIn "Strategie e innovazioni nella Distribuzione Assicurativa e CX" 2021

Il “presente” ma soprattutto il “futuro” della distribuzione assicurativa sono stati oggetto di confronto tra i manager del settore che hanno partecipato al relativo Workshop AIFIn del programma “Strategie e innovazioni 2021”.

L’incontro si è aperto con alcuni temi di discussione proposti dall’Osservatorio AIFIn/MarketLab “Innovazione Finanziaria” a partire dagli impatti che il Covid-19 ha avuto sull’accelerazione della distribuzione digitale e “in remoto”. La risposta all'emergenza sanitaria ha consentito, in pochi mesi, soprattutto alle compagnie più tradizionali non solo di migliorare la propria resilienza operativa ma anche di far evolvere il proprio modello distributivo.

Tale evoluzione, tuttavia,  non può non tenere conto dei più ampi cambiamenti strutturali del mercato che osserveremo nei prossimi anni: l’evoluzione nei bisogni e nel comportamento di acquisto e consumo della clientela, il diverso ruolo dell’agente e del canale fisico in un modello distributivo sempre più digitale, l’ingresso di nuovi attori nell’ecosistema assicurativo.

Al di là delle misure specifiche adottate da molte compagnie assicurative per affrontare gli impatti a breve termine, gli assicuratori dovranno ora concentrarsi su una serie di sfide per ridisegnare il modello distributivo del futuro.

La pandemia ha portato, ad esempio, la salute e il benessere in primo piano tra le preoccupazioni delle persone. La risposta evidentemente non può essere solo di prodotto ma deve necessariamente anche coinvolgere il modello distributivo e di servizio. Le “customer journey” dell’offerta health, infatti,  sono state già ripensate e ridisegnate da molte compagnie in una logica digitale e remota. 

Un altro esempio sono i rischi emergenti: non solo quelli pandemici ma anche quelli cyber, in un mondo sempre più digitale. I possibili impatti di questi rischi impongo una gestione più attenta degli stessi soprattutto da parte delle PMI. Di qui l’importanza di dotare le reti agenziali di strumenti a supporto dell’attività di consulenza e di aumentarne le competenze specifiche.

Inoltre lo sviluppo di una consulenza personalizzata nel mercato assicurativo dovrà, partendo da quanto previsto dalla normativa (IDD), avere come obiettivo quello di migliorare continuamente la conoscenza delle esigenze della clientela sfruttando anche le potenzialità offerte proprio da un modello distributivo sempre più digitale. Dati e nuove tecnologie saranno la base per personalizzare il "value for money" per i diversi segmenti di mercato.

Ma i temi in agenda per ridisegnare il modello distributivo del futuro sono tanti e diversi: da come approcciare l’experience assicurativa delle nuove generazioni al ruolo della sostenibilità per rispondere all’emergente consumo critico, dalla distribuzione di prodotti assicurativi di nicchia alle coperture sui prodotti acquistati sui marketplace, dal bancassurance alla coopetition con le insurtech, dal ruolo dei social media all’IoT.

I trend in atto creeranno certamente nuove opportunità e nuovi percorsi affinché le compagnie assicurative possano emergere dalla pandemia più resilienti, agili, omnicanali e in sintonia con l’evoluzione delle esigenze della clientela.